La carica dei 16 mila

Data di pubblicazione: 
18 Lug 2015

La Ferrari apre le porte per il tradizionale Family Day con un velo di tristezza per la scomparsa di Jules Bianchi

Maranello, 18 luglio 2015 – Oltre 16 mila persone hanno “invaso” la Ferrari per il Family Day, il tradizionale appuntamento che consente ai dipendenti di invitare amici e parenti a visitare la fabbrica. Per l’occasione sono stati aperti sia i reparti della Gestione industriale che la nuova Gestione Sportiva oltre allo Stabilimento Scaglietti di Modena, sono state messe in mostra vetture GT di ieri e di oggi e naturalmente monoposto di Formula 1. Occasione irrinunciabile per gli amanti dei selfie sono state soprattutto LaFerrari e la F2012 piazzate davanti alla Palazzina presidenziale assieme agli altri modelli di gamma: la California T, la FF, la F12berlinetta e naturalmente l’ultima nata, la 488GTB. E non sono mancate le richieste di autografi e foto al presidente Sergio Marchionne e all’amministratore delegato Amedeo Felisa. Anche se un velo di tristezza ha turbato le migliaia di presenti, per la scomparsa di Jules Bianchi il giovane pilota della Ferrari Driver Academy.